Per la Stazione di Chiaiano della Linea 1


(ANSA) – NAPOLI, 30 DIC – La Giunta comunale di Napoli ha
approvato in linea tecnica il Progetto di Fattibilità
tecnico-economica dell’ampliamento del parcheggio interrato di
Villa Nestore. Tale parcheggio amplia l’offerta di posti auto a
ridosso della Stazione della Metropolitana Linea 1 di Chiaiano.
   
Si tratta, si legge in una nota del Comune, di uno dei nodi
di interscambio individuati nel Pums, in ragione della sua
ubicazione a ridosso del confine comunale e in prossimità degli
accessi al sistema autostradale urbano. In adiacenza alla
stazione vi sono 2 parcheggi di interscambio a raso, per un
totale di circa 500 posti auto. Parcheggi che risultano saturi
in molte ore del giorno. A circa 400 metri dalla stazione,
nell’ambito della struttura polifunzionale Villa Nestore, nel
territorio della Municipalità 8, è presente una ulteriore
struttura di parcheggio, articolata su 2 livelli interrati, al
momento inutilizzata e in parte vandalizzata.
   
Il progetto approvato prevede interventi di manutenzione
straordinaria e ristrutturazione edilizia, di compartimentazione
e di realizzazione degli impianti del parcheggio ricompreso
nella struttura polifunzionale. La progettazione è finanziata a
valere sulle risorse del Fondo per la progettazione di
fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari
per lo sviluppo del Paese, nonché sul cosiddetto fondo Pums. Gli
interventi previsti consentiranno di realizzare ulteriori stalli
per la sosta di autoveicoli, in numero compreso tra 125 e 145.
   
“Due i vantaggi di questo intervento”, ha dichiarato
l’assessore Cosenza “Il primo è l’ampliamento dell’offerta di
posti auto in prossimità delle stazioni della metropolitana
poste a ridosso del confine comunale che consente di ridurre
l’ingresso di veicoli nel centro città. Il secondo è il recupero
di una struttura inutilizzata e vandalizzata, segno di degrado
urbano”.
   
“A valle dell’approvazione del Pfte” ha aggiunto Cosenza
“andranno reperiti i finanziamenti per la redazione dei
successivi livelli di progettazione (definitivo ed esecutivo) e
per l’esecuzione dei lavori”. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA