Al processo scontro con Procura Smcv su prove non depositate


(ANSA) – CASERTA, 28 DIC – Ultima udienza dell’anno del
processo nei confronti di 105 imputati tra poliziotti
penitenziari, medici e funzionari del Dap (Dipartimento
dell’Amministrazione Penitenziaria) per le violenze ai danni di
detenuti avvenute al carcere di Santa Maria Capua Vetere il 6
aprile del 2020. Il processo è in corso all’aula bunker del
Tribunale di Santa Maria Capua Vetere; la struttura che ospita
il bunker sorge all’interno dello stesso carcere in cui sono
avvenute le violenze. L’udienza si è concentrata ancora sulle
questioni preliminari, in particolare sulle due istanze di
nullità del decreto che dispone il giudizio presentate dagli
avvocati di alcuni imputati (tra cui i difensori di imputati di
peso come l’ex capo dei poliziotti del carcere Gaetano
Manganelli e l’ex provveditore campano Antonio Fullone), in cui
si sollevano eccezioni di incostituzionalità per violazione del
diritto di difesa per presunte omissioni da parte della Procura
circa il mancato o incompleto deposito di atti di indagine
(immagini telecamere videosorveglianza interne del carcere,
brogliacci messaggistica WhatsApp). La Procura ha depositato
memoria ricognitiva con l’indice degli atti depositati, e il pm
Alessandra Pinto ha spiegato che “tutti gli atti di indagine
sono sempre stati a disposizione delle parti, che possono
acquisirne copia, e che il mancato trasferimento nel fascicolo
del Gip e poi del dibattimento di alcuni atti, come i brogliacci
dei messaggi o tutte le immagini interne relative al 5 aprile
(giorno precedente a quello delle violenze, ndr) non viola
l’attuale normativa; in ogni caso tali atti sono custoditi
nell’ufficio di Procura e disponibili per le parti”. Il
presidente della Corte d’Assise Roberto Donatiello ha chiesto a
tutti gli avvocati di presentare memorie in relazione alle
questioni di costituzionalità qualche giorno prima dell’udienza
programmata per il prossimo 9 gennaio, quando si deciderà sulla
rilevanza della questione, e in caso di non ammissione delle
istanze, si darà il via all’attività istruttoria. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA