La Casertana vince al fotofinish il suo primo derby di calcio virtuale con la Nocerina 4-3, mantenendo la vetta del girone A insieme all’Ostiamare. I “falchi” a braccetto con i “gabbiani” biancoviola quindi, gli unici, fino a questo momento, ad averli battuti. Le reti messe a segno in questo avvio di stagione dai rosso-blu sono 15, come i punti in totale in cascina, a fronte delle 7 incassate. Una doppietta a testa per Dario Gelardi (18′, 60′ JorgenFiedersen) e Danilo De Simone (90′, 93′ Danides_10) chiudono la pratica derby in pieno recupero a favore dei gamers della Casertana.
Una sfida pirotecnica e rocambolesca come ci raccontano i due Capitani, a cominciare da quello rosso-blu: “È stata una partita strana e molto combattuta.  Per noi è iniziata male – afferma Livio Facelgi della Casertana – con un gol in avvio che poteva tagliarci le gambe. Fortunatamente così non è stato e dopo aver rischiato di subire il raddoppio abbiamo pareggiato e ribaltato il risultato. Un momento di sbandamento, complice anche qualche “meccanica” discutibile di FIFA sui lock, ci è costato due gol in due minuti a favore degli avversari. Tuttavia non ci siamo scoraggiati. Al 90’ ho visto Danides_10 tagliare e con un filtrante rasoterra l’ho messo in porta per il pareggio. Da quel momento il gran finale con la Nocerina in avanti per cercare la vittoria e noi pronti a sfruttare le ripartenze. Ultimo tuffo con KerDrak87 che ha tirato fuori il coniglio dal cilindro e con un lancio alla Bonucci ha innescato l’episodio del definitivo 4-3 ad opera di Danides_10 su assist de EL-TANQUE-92-x (Andrea Ascolese).
Sul fronte rossonero, oltre alla delusione, viene messo l’accento sugli errori individuali e sulla gestione del finale di gara che, di fatto, ha compromesso una vittoria che sembrava ormai a portata di mano: “Gara dominata – dichiara Salvatore Fusco, capitano della Nocerina. Dopo l’1-0 di Andrea Agosta abbiamo anche sfiorato il raddoppio commettendo, purtroppo, un clamoroso errore a porta vuota! C’è stata qualche svista individuale di troppo che ha permesso agli avversari di ribaltare la partita. Nonostante ciò, riprendiamo il match in mano e con due gol, bellissimi di Walter Mangione e Elpidio Di Dio, la ribaltiamo nuovamente all’88’. Un clamoroso blackout di squadra ha poi invece decretato il 3-4 a tempo abbondantemente scaduto, regalando i 3 punti alla Casertana. Periodo negativo dal punto di vista dei risultati ma tempo al tempo”.