Publisher – la Regione a portata di click!
Reati ambientali e contrasto agli sversamenti nel ruolino di marcia dei carabinieri della compagnia di giugliano in campania. L’attenzione sul territorio è sempre altissima: nelle ultime ore, i militari hanno denunciato 3 persone per trasporto illecito di rifiuti.
Due di origini romene e uno napoletano, sono stati sorpresi alla guida dei rispettivi “tre ruote” stracarichi di rifiuti.
Nel cassone ferri vecchi, elettrodomestici, pneumatici, scarti di ristrutturazioni edili, guaine.
Una pratica tristemente diffusa che aggira i tradizionali canali di gestione, trasporto e smaltimento di rifiuti e che si avvale della volontà di chi ritiene troppo dispendioso il trattamento lecito delle immondizie. Un servizio sotto traccia che consente di smaltire qualsiasi cosa senza spendere grosse cifre, spesso in luoghi dove la salubrità ambientale è ferita irrimediabilmente.
Gli scarti recuperati e sequestrati, circa 10 mc complessivi, sarebbero finiti chissà dove, probabilmente sversati in qualche terreno o lungo una strada.
Sigilli anche per i 3 veicoli, affidati ad una depositeria giudiziaria.
Il monitoraggio continuerà anche nei prossimi giorni.
Precedente

Successivo

Controlli “alto impatto” dei Carabinieri tra spaccio di droga, guida…
Cangiano (Fratelli d’Italia): «La casa è un bene sacro, subito una legge…
“Furto a spinta” davanti ai carabinieri: 22enne in manette, è caccia al…
Carabinieri arrestano due pusher nell’ex legge 219

Lascia una risposta

Cancella risposta
L’indirizzo email non verrà pubblicato.

Ho letto e accetto Privacy Policy

document.getElementById( “ak_js_1” ).setAttribute( “value”, ( new Date() ).getTime() );
Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.
Politica
Inizia l’anno scolastico, parte il servizio di vigilanza fuori agli istituti:…
Cangiano (Fratelli d’Italia): «La casa è un bene sacro, subito una…
Psicologo di base, pubblicato il regolamento regionale
Tutto pronto per una Casa di Comunità e una Centrale Operativa…

source

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *